Case Farmaceutiche e contagi: tutte le fake news pro-panico di TV e Giornali

Radio Radio - 3 maggio 2020

03.05.2020- Avevano previsto che il corona virus non si sarebbe manifestato in Italia, adesso se riapariamo tutto prevedono ondate di ritorno su corona virus con 150.000 possibili casi di terapia intensiva e 50.000 di migliaia di morti.

Avevano previsto disastri da nord verso sud, mentre i disatri sono rimasti tra Bergamo e Milano.

I rotocalchi main stream riportano notizie false su Germania, Svezia, perchè si voleva far passare come l'immunità di gregge come qualcosa di rovinoso che avrebbe portato una catastrofe umanitaria. Cosa che non è accaduta, smentita dai diretti interessati.

 

https://www.radioradio.it/ Dal famoso "rischio 0" contrapposto agli psicopatici di fine gennaio, alla pericolosità dell'esodo da nord a sud del post 10 marzo, passando per i ripensamenti sulla durata della vita del virus sulle superfici o perfino nei nostri animali. Non si può dire che per la scienza sia il periodo più fulgido dal punto di vista delle certezze, anche per questo la materia scientifica viene dibattuta da chiunque generando una sorta di discussione in stile agorà greca del periodo socratico.

La crisi d'identità del metodo sperimentale innescata dalla pandemia da #coronavirus si riflette anche nei continui litigi (quando non insulti) tra virologi, come accaduto tra Giulio #Tarro e Roberto #Burioni nell'ormai celeberrima cinguettata al veleno su twitter. Questo non può certamente essere un motivo per ridurre la materia scientifica a mero relativismo, anche tenendo conto del fatto che la scienza progredisce proprio per dibattito, ma ad aggravare il tutto ci sono le innumerevoli #fakenews troppo spesso accreditate al web, ma che trovano spazio persino nelle trasmissioni mainstream.

Difficile bloccarne il corso, arduo interromperne il cammino fino ad arrivare di fronte alle telecamere più prestigiose, le fake news sono diventate man mano un potente strumento di propaganda, soprattutto quando si deve scartare la componente dell'errore dalla diffusione di queste ultime. La possibilità della malafede è da valutare in tal caso, come concordano nell'affermare Fabio #Duranti e il Prof Enrico #Michetti, direttore della Gazzetta Amministrativa. Ecco cosa hanno detto a 'Un giorno speciale', con Francesco Vergovich.

Il sito è gestito da

Claudio Pepoli
cefalusportevents@yahoo.it
 

 

 

Portale di informazione sullo sport e il tempo libero cefaludese aggiornato senza carattere di periodicità.
Non è un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Tutti i diritti riservati.