Finale Euro 2012: le furie rosse travolgono l'Italia e il sogno svanisce

01 luglio 2012

02.07.2012- Mai ci saremmo aspettati un finale così, mai ci saremmo aspettati una finale così!

Certo è che giocare dopo soli tre giorni dopo il partitone durato 94 minuti contro la Germania affrontata e sconfitta per 2 reti a 1 in semifinale ci ha stancato fisicamente.

Vero è però che la Spagna pur avendo goduto di un giorno in più di riposo ha però terminato il suo incontro con il Portogallo ai calci di rigore, (dopo i 30 minuti di gioco in più quindi dei supplementari).
Vero è anche che la Spagna non è la Germania e la superiorità tecnica nel portare palla si è vista eccome!

La nostra nazionale mentalmente c'era, ma, si è visto dall'inizio che fisicamente non era la stessa cosa, non riusciva a tenere i ritmi. Chiellini in difesa pasticcia per ben due volte prima d'essere sostituito nel corso del primo tempo, ma questo ci è già costato un goal.

Andiamo negli spogliatoi in svantaggio per 2 reti a 0. Alla ripresa diamo qualche segno di reazione, ma... come una doccia fredda giunge il goal del 3 -0, ed in piazza Garibaldi a Cefalù la gente comincia a smontare le tende tra sconforto e delusione. Poi quasi sul finire il 4-0 che umilia letteralmente l'Italia e gli italiani. La telecamera si sofferma per qualche istante sugli occhi sbarrati di Buffon.

Certo la nostra nazionale non meritava un così triste epilogo, ma questa è ladura  legge del gol. Possiamo solo confortarci dell'essere giunti in finale, abbiamo lottato per farcela e ce l'abbiamo fatta, ma...il sogno si è infranto, mentre adesso a festeggiare saranno gli spagnoli in ogni  angolo del mondo, Spagna che realizza la sua tripletta come nessuno è riuscito finora: Europeo, Mondiale, Europeo.

Mai piazza Garibaldi è stata cosi assediata da tifosi, tra bandiere, maglie azzurre e tricolori. Ben due i maxi-schermi messi a disposizione dal bar Antica Port Terra, ma bisogna dire che per questa finale si sono attrezzati un po tutti tra bar e ristoranti.

Qui di seguito alcune foto tratte nella piazza:

 

Il sito è gestito da

Claudio Pepoli
claudio.cla@virgilio.it
 

 

 

Portale di informazione sullo sport e il tempo libero cefaludese aggiornato senza carattere di periodicità.
Non è un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Tutti i diritti riservati.