A Sant'Ambrogio vince il ruandese Muhitira, 2° il keniano Kipkirui, 3° il marocchino Bibi Hamad.

gara del 17 agosto 2016

Di: Peppe Livecchi

18.08.2016- Si è disputata tra due ali di pubblico la tredicesima edizione del Giro podistico internazionale di Sant’Ambrogio. La manifestazione, corsasi sulla distanza dei dieci chilometri lungo le strade della frazione del comune di Cefalù, mancava dal panorama delle gare podistiche su strada ormai da cinque anni e ha incoronato il giovane ventiduenne ruandese Felicien Muhitira che ha vinto con il tempo di 31’26”.

L’atleta africano, dopo aver studiato i propri avversari per otto dei dieci giri in programma, a due giri dal termine ha impresso alla corsa un cambio di ritmo e ha staccato nettamente i propri avversari ad eccezione del keniano Daniel Kipkirui che ha cercato di contendergli il successo finale fino all’ultimo giro, prima di accontentarsi della piazza d’onore.

Il podio è stato completato dal marocchino Bibi Hamad. Il migliore degli italiani al termine è stato il maratoneta Filippo Lo Piccolo che ha concluso al quarto posto e ha preceduto il Campione del mondo di ultramaratona Giorgio Calcaterra che ha affrontato la trasferta siciliana per preparare la sua difesa del titolo in vista dei prossimi mondiali che si correranno in Spagna. Soddisfazione hanno espresso gli uomini della Ascd Ambrosiana che sono riusciti a riproporre la gara dopo un lustro d’assenza.

Classifica

1)    Felicien Muhitira (Ruanda) in 31’26”

2)    Daniel Kipkirui (Kenya) in 31’32”

3)    Bibi Hamad (Marocco) in 32’29”

4)    Filippo Lo Piccolo (Italia) in 33’04”

5)    Giorgio Calcaterra (Italia) in 34’00”


                                            Felicien Muhitira (Ruanda)


 

19.08.2016- Photo Album su facebook clicca qui


 

20.08.2016- Fotogallery anche su questo sito:

Fotogallery 1/2

Fotogallery 2/2


 

Il sito è gestito da

Claudio Pepoli
claudio.cla@virgilio.it
 

 

 

Portale di informazione sullo sport e il tempo libero cefaludese aggiornato senza carattere di periodicità.
Non è un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Tutti i diritti riservati.